Accoglienza e ospitalità turistica

In un scenario mondiale globalizzato il turismo rappresenta un’opportunità che non può prescindere dall’accoglienza e dall’ospitalità turistica. Le tradizioni locali e la valorizzazione del patrimonio delle risorse ambientali, artistiche e culturali diventano un punto centrale nel settore turistico e necessitano di adeguate competenze.

L’Italia basa la propria economia sul turismo, avendo un patrimonio artistico-culturale di un certo livello. L’art.9 della Costituzione della Repubblica Italiana recita: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico ed artistico della Nazione.”

Evoluzione storica dell’ospitalità

Anche l’ospitalità ha origine antiche. In grecia a partire dal 776 a.C. durante lo svolgimento delle Olimpiadi esistono strutture per l’ospitalità, gli Xenodochia e il Leonidaion.
In epoca romana vengono costruite le prime strutture ricettive della storia, chiamate Hospitia o Caupona, Stationes divise in mansiones e mutationes. Le prime erano strutture distanti una dall’altra circa 30 km e garantivano al viaggiatore vitto e alloggio. Il precursore del bed & breakfast. Si potevano riparare i carri e cambiare i cavalli. Esistevano alloggi oltre che per viaggiatori anche per ospiti di alto ceto e caserme per le truppe dello Stato. Le seconde erano distanti fra loro circa 5 km. Offrivano solo ristoro e una scuderia per il cambio dei cavalli. Potremmo paragonarli agli autogrill di oggi.
Nel Medioevo, gli unici posti dove alloggiare sono i centri religiosi: chiese, monasteri, abbazie e conventi dove i pellegrini trovano accoglienza senza dover pagare e senza rischiare di essere derubati.
Nel Rinascimento nasce il concetto di albergo (dal gotico “haribergo”), una struttura che offre beni e servizi a pagamento. Nella stessa epoca si diffonde la parola francese Hotel, che significa residenza. Il significato moderno dell’accoglienza turistica, si afferma solo nel XIX secolo grazie a personaggi come Cesar Ritz e Auguste Escoffier che inventarono l’Hotel come esiste oggi, fra cui strutture di lusso come il Savoy di Londra o il Ritz di Parigi.

66 Visite totali, 1 visite odierne