Vademecum

Quando si sta in viaggio si visitano luoghi e persone che non si conoscono, ci si trova a che fare con modi di vivere differenti dal proprio, con culture particolari e cibi talmente diversi dai nostri, per cui risulta necessario prima di partire uno studio accurato del viaggio, al fine di evitare situazioni spiacevoli. Ad ogni modo, bisogna sempre essere rispettosi del paese che si sta visitando, mostrando capacità di adattamento a stili di vita ma anche a modi di pensare differenti ed in ogni caso la massima educazione è basilare. Inoltre studiare la storia del paese che si visita può aiutare le relazioni umane durante il viaggio.
Qui di seguito sono esposte alcune regole che ho pensato nei miei viaggi lontano da casa, soprattutto per gli italiani che volessero visitare paesi europei e paesi dell’America latina. Forse non sono regole per turisti di massa ma più adatte per viaggiatori responsabili e/o solitari, che evitano posti scontati e pericolosi , in quanto “osservati” da malintenzionati. Mi piace pensare che non esista un numero massimo di regole. Alcune le ho pensate negli ultimi viaggi, a differenza di altre.

ryanair

1.  Prima di partire creare un proprio itinerario del viaggio. E’ bene che tu sappia dove andare e cosa fare.
2.  Registra il tuo nome sul sito Dove siamo nel mondo collegato con il Ministero degli Esteri. Non si può sapere quello che ti può accadere dall’altra parte del mondo e tu non sei sicuramente Superman. Segnala i tuoi spostamenti.
3.  Leggi attentamente le segnalazioni sul paese che ti interessa su Viaggiare sicuri ed appuntare i numeri di emergenza.
4.
 Stipula un’assicurazione prima di partire. In altri paesi le spese per qualsiasi infortunio possono ammontare a parecchi euro. L’assicurazione dovrebbe comprendere cure mediche, furto o smarrimento di bagagli, responsabilità personali, spese funerarie (si, anche quelle, potresti morire in viaggio), rimpatrio immediato nel paese di residenza (non pensare che la tua ambasciata ti paghi il viaggio).
Consigliato: Europe Assistance oppure Worldnomads.
5.  Quando sei in viaggio in paesi più poveri del tuo non ostentare ricchezza (abiti firmati, orologi, telefoni). Non serve fare il figo lontano da casa tua.
6.  Non promuovere il tuo paese in altri paesi con magliette o felpe che indichino chiaramente la tua nazionalità, non serve ad incrementare il turismo nel tuo paese.
7.  Quando si cammina in giro per una città straniera non vestirti da gringo europeo ma utilizza un abbigliamento più casual, semplice, non devi fare colpo con il madeinitaly.
8.  Fotocamera e smarthphones usali quando servono, non tenerli in mano, diventeresti un obiettivo facile per qualcuno.
9.  Scegliere di portare in viaggio una fotocamera a rullini invece di una reflex digitale, evita incontri spiacevoli. Nessuno vuole una macchina fotografica datata.
10. Evita di tenere i soldi e carte di credito nello stesso posto e soprattutto è bene usare diversi posti.
11. Tieni i soldi in tasca e non nel portafogli, in questo modo eviterai di mettere fuori il portafogli ogni volta che c’è da pagare un conto.
12. Non dare soldi alla gente che te li chiede, soprattutto bambini, tranne eccezioni. Non te li levi più di torno, ti riconosceranno sempre e te li richiederanno.
13. Se una ragazza ti ferma per strada non vuol dire che si è innamorata ma forse fra un po’ ti chiede qualche spicciolo.
14. Valuta sempre le conoscenze che fai. Non devi per forza essere simpatico e non devi socializzare con tutti. Il viaggio è tuo e nessuno deve rovinartelo. (vedi punto 24)
15. Non cercare droghe, non sei partito per drogarti. Se vuoi la droga vai in Olanda oppure vai a disintossicarti.
16. Studia bene il tuo viaggio e le città che devi visitare. Se ci sono quartieri più a rischio, visitali di giorno e non di notte. Potresti non tornare più 🙂
17. In alcuni paesi prendere alcuni tipi di taxi è rischioso. Informarsi bene prima di partire, sui trasporti del luogo.
18. Se andate in paesi dove è presente un’altra moneta, informarsi prima sui cambi attuali e il relativo tasso di cambio aggiornato. Le agenzie di cambio non hanno tutti gli stessi tassi.
19. Andare sempre in uffici di cambio autorizzati e non dal tipo losco all’angolo della strada. Potrebbe darti soldi falsi.
20. Lontano da casa, non bere acqua dal rubinetto o in fontane pubbliche. Non sai com’è l’acqua. Compra acqua in bottiglia ed usala pure per lavarti i denti. Non usare ghiaccio.
21. Non mangiare verdure crude.
22. Se devi mangiare frutta, sbucciala, oppure non mangiarla.
23. Non bere troppi alcolici. Devi rimanere sempre lucido. In ogni caso non bere cocktails con ghiaccio (vedi punto 20).
24. Socializzare con hippy che vendono per la strada può essere un’ottima occasione per conoscere il posto e fare nuove amicizie. (vedi punto 14)
25. Evita gli italiani in vacanza. Non aiutano lo spirito del tuo viaggio e la conoscenza del posto che stai vivendo. Fanno sempre caos, urlano e non sempre ti puoi fidare di loro, tranne le eccezioni ovviamente.
26. Fuori dal tuo paese il tuo passaporto ha un valore che non immagini, quindi conservalo bene e lascialo in hotel, non portarlo in giro.
27. Penna e carta in viaggio servono sempre, per prendere appunti di qualunque tipo, al di là della memoria del proprio telefono ultra moderno, oppure per ricordare certe situazioni surreali che possono capitare in viaggio, non bastano le fotografie.
28. Prima di partire prova a trascrivere qualche parola in lingua locale su un taccuino. Qualche parola nella lingua locale può aprirti molte porte.
29. Il vero profumo del paese che stai visitando lo vivi nei  piccoli ristoranti a conduzione familiare.
30. Ojos abiertos ovvero occhi aperti, sempre, dovunque. Esiste gente buona ma anche tanta gente cattiva, in viaggio non puoi avere la testa fra le nuvole ma devi essere sveglio.
31. Portare con sé sempre un piccolo pronto soccorso, soprattutto per viaggi lunghi, garze, cerotti,aspirine, anti-dolorifici e anti-infiammatori.
32. Come disse José Saramago in Viaggio in Portogallo, il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.
33. Se qualcuno ti dice che visitare una determinata città non conviene perchè brutta, vuol dire che quella è la prima città da visitare.

2,311 Visite totali, 1 visite odierne