La memoria non muore

This post has already been read 70 times!

Il 20 marzo 1994 venivano uccisi a Mogadiscio Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Dopo 24 anni nessuna verità su mandanti ed esecutori. Tante ipotesi poi svanite. Di certo c’è che l’inchiesta di Ilaria Alpi verteva su un traffico di armi collegato allo smaltimento di scorie radioattive con la probabile complicità dei servizi segreti italiani. Qualche mese prima venne ucciso il sottoufficiale del Sismi Vincenzo Li Causi che era un informatore di Ilaria Alpi e che aveva diretto dall’87 al ’90 il Centro Scorpione di Trapani, una delle cinque sezioni operative della VII divisione del SISMI, cellula siciliana di Gladio.

 

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.