No Borders

This post has already been read 2925 times!

[…] un pensiero per i molti, troppi morti senza nome che il nostro Mediterraneo custodisce”. Dal discorso di insediamento della Presidente della Camera.

I dispersi e i morti nel Mediterraneo hanno un nome. In questi giorni circola un appello delle madri e delle famiglie dei migranti tunisini dispersi, che conoscono i loro figli, sanno quando e come sono partiti per attraversare il Mediterraneo e da due anni pretendono che le istituzioni rendano conto della loro vita. Noi assumiamo il loro sguardo e non quello delle politiche migratorie per le quali le vite non contano, rendono senza nome i morti e i dispersi del Mediterraneo e invisibili le proprie responsabilità. Per questo sosteniamo l’appello delle madri e delle famiglie tunisine che chiede all’Unione Europea l’istituzione di una commissione di inchiesta sui dispersi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.